IL BLOG DI ROBERTO DI NAPOLI

………. per la difesa dei diritti civili

  • Avv. Roberto Di Napoli Esercita prevalentemente in difesa di vittime di abusi bancari e dei consumatori. Patrocinante in Cassazione e altre Giurisdizioni Superiori

  • RSS News SkyTG24

    • Un'app per combattere la sordità 4 dicembre 2016
      Un'app per combattere la sordità Presentata a Roma durante la fiera "Innovatech" 2016, la tecnologia in grado di aiutare i non udenti a condurre una vita sociale autonoma. Oltre all'applicazione, guanti hi-tech, dispositivi che utilizzano il riconoscimento vocale e un rilevatore di suono collegato a un bracciale Parole chiave: disabilità, […]
    • Le star più seguite su Instagram nel 2016. FOTO 3 dicembre 2016
      Le star più seguite su Instagram nel 2016. FOTO People ha pubblicato la classifica dei vip più popolari sul social network nell'ultimo anno. Una top ten quasi totalmente al femminile, in cui a trionfare sono le regine del pop e dei reality, con l'incursione di qualche sportivo. LA GALLERY Parole chiave: star, instagram, fotogallery, selena gomez, d […]
    • California, incendio durante un concerto: 9 morti 3 dicembre 2016
      California, incendio durante un concerto: 9 morti Il rogo è scoppiato in un locale a Oakland nel corso di un'esibizione di musica elettronica. Il crollo del soffitto dell'edificio ha reso più difficili le operazioni di soccorso. Disperse almeno 25 persone Parole chiave: incendi, california, oakland stati uniti […]
    • Il morbo di Parkinson potrebbe "nascere" nell'intestino 3 dicembre 2016
      Il morbo di Parkinson potrebbe "nascere" nell'intestino Una ricerca americana ha evidenziato come la presenza di alcuni batteri nell'apparato digerente possa influenzare lo sviluppo di malattie neurodegenerative. Si tratta però di una sperimentazione condotta per ora solo su animali da laboratorio Parole chiave: parkinson, morbo di parkin […]
    • La rabbia dei testimoni di giustizia: "Siamo fantasmi che camminano" 3 dicembre 2016
      La rabbia dei testimoni di giustizia: "Siamo fantasmi che camminano" Si sono radunati sotto Palazzo Chigi per chiedere allo Stato certezze sul loro futuro. "Ci sentiamo abbandonati - dicono - Non possiamo nemmeno lavorare" Parole chiave: testimoni di giustizia, mafia, collaboratori, fantasmi, antimafia stato […]
    • Meningite, le due studentesse a Milano uccise dal batterio di tipo C 3 dicembre 2016
      Meningite, le due studentesse a Milano uccise dal batterio di tipo C Le due ragazze frequentavano entrambe la Statale  e sono morte rispettivamente a luglio e novembre. "Ora bisogna capire se i batteri sono identici e se sono stati portati dallo stesso portatore sano" spiega il responsabile dell'Igiene pubblica Giorgio Ciconalli Parole chiave: […]
  • “Caso Di Napoli”

  • PRECAUZIONI…

  • … E UNA MIA BANALE CONSIDERAZIONE

  • Se non sei iscritto su wordpress e vuoi essere aggiornato sui nuovi post, inserisci il Tuo indirizzo email, attendi il messaggio e conferma l'iscrizione.

    Segui assieme ad altri 1.737 follower

  • RSS Le news da Altalex.com

  • Banner

  • Abbonati

  • Contatore visite

    • 68,025 visite oltre a 34.398 registrate sulla precedente piattaforma Splinder dal 21.03.2007 al 31 Gennaio 2012

Morta un’altra vittima dei “processi facili” e della malagiustizia

Posted by Roberto Di Napoli su 29 dicembre 2008

Sono rimasto dispiaciuto nell’apprendere la notizia della morte di Claudio Vitalone. Non lo conoscevo come giudice ma l’ho conosciuto, quando ero bambino, come …. persona umana; pur non conoscendo gli atti del processo nel quale, anni fa, fu accusato insieme ad Andreotti, addirittura, di concorso nell’omicidio del giornalista Mino Pecorelli, non ho mai minimamente creduto alla tesi accusatoria nè, tanto meno, agli articoli sui quotidiani. Lo ricordo, oltre vent’anni fa, nel Salento dove, più volte, è stato eletto senatore, la sua passione per la pesca e l’affetto della sua famiglia molto unita. La sua morte e, soprattutto, la sua odissea giudiziaria che ne ha determinato l’esclusione dalla vita politica e che lo ha visto infangato sui giornali ed accusato di un delitto così grave, salvo, poi, essere assolto dopo essere stato diffamato, dovrebbe fare riflettere: ancora di più in questo momento in cui (a volte senza nemmeno immaginare cosa si provi  quando si è accusati ingiustamente, umiliati o privati della propria dignità) politici, magistrati, politici ex magistrati e magistrati che fanno politica parlano di "riforma della giustizia". Si parla o si scrive della casta dei politici, dei conflitti di interesse, degli abusi di alcuni in favore di parenti, ma si ha quasi imbarazzo (o paura?) di parlare o scrivere di analoghi (o, forse, più scandalosi) intrecci nella casta dei giudici (intendo, ovviamente, alcuni che screditano il lavoro di tanti altri, per fortuna, onesti magistrati). Si ha, perfino, paura, forse, di parlare e porre rimedio alle sempre più numerose sofferenze patite da persone sbattute in galera o sulle prime pagine e, poi, dopo avere perso il lavoro o "la faccia", assolte. Politici e magistrati dovrebbero avere una minima idea di quanto siano atroci le sofferenze che la malagiustizia puo’ determinare nell’esistenza della persona, nella sua famiglia, ma, soprattutto, nell’organismo umano. Puo’ finire tutto, puo’ arrivare la sentenza che chiarisce l’estraneita’ dell’accusato o la sentenza che definisce un giudizio civile ma i soprusi, i dispiaceri e le ingiustizie restano indelebili, impermeabili, indifferenti a qualsiasi risarcimento (se si ottiene). Chi difende, ad oltranza, l’attuale sistema di ir-responsabilita’ civile e disciplinare dei magistrati, il magistrato (o ex) che pensi di apparire estraneo alla casta dei politici salvo, poi, difendere altre caste o i suoi interessi personali dovrebbe avere una minima idea di quanto l’ingiustizia possa far soffrire.
Claudio Vitalone, dopo essere stato assolto, ha dovuto, perfino, lottare, davanti ai giudici amministrativi, contro il  CSM che gli negava i benefici previsti dalla cd. legge "Carnevale". Roberto Di Napoli


Corriere della Sera.it
ROMA – Il magistrato ed ex senatore Dc Claudio Vitalone è morto a Roma la notte scorsa al policlinico Umberto I dove era stato ricoverato per problemi respiratori. Vitalone, 72 anni, al fianco di Giulio Andreotti, venne coinvolto in diversi procedimenti penali e indagini: omicidio Pecorelli per i suoi presunti collegamenti con la banda della Magliana (assolto), ricerca di informazioni nelle Leggi ancora

Tu che ne pensi? Scrivi un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: