IL BLOG DI ROBERTO DI NAPOLI

………. per la difesa dei diritti civili

  • Avv. Roberto Di Napoli Esercita prevalentemente in difesa di vittime di abusi bancari e dei consumatori. Patrocinante in Cassazione e altre Giurisdizioni Superiori

  • RSS News SkyTG24

    • Orso morto, il Parco d'Abruzzo: non è stato ucciso dal narcotico 21 aprile 2018
      Orso morto, il Parco d'Abruzzo: non è stato ucciso dal narcotico Lʼesame anatomopatologico effettuato sull'animale "ha evidenziato un quadro complesso e critico" si legge in una nota diffusa dal Parco. Serviranno altri esami per accertare le cause del decesso Parole chiave: orso parco_d'abruzzo parco_nazionale_di_abruzzo_lazio_e_moli […]
    • Tra distese di fiori e labirinti, a Genova è tempo di Euroflora. FOTO 21 aprile 2018
      Tra distese di fiori e labirinti, a Genova è tempo di Euroflora. FOTO La città, per la prima volta ai parchi di Nervi e dopo 7 anni di assenza, ospita fino al 6 maggio la rassegna florovivaistica. Tra le scenografie più affascinanti: le siepi con i papaveri sospesi, il tappeto di margherite rosse e rosa, il prato di peperoncini giganti Parole chiave: fotogal […]
    • Messico, vietata la vendita di Barbie-Frida Kahlo 21 aprile 2018
      Messico, vietata la vendita di Barbie-Frida Kahlo Un giudice ha dato ragione alla famiglia dell'artista che contestava il diritto dell'azienda di commercializzare la bambola Parole chiave: frida_kahlo messico barbie mattel […]
    • Facebook, attivo il riconoscimento facciale: avvisi per disattivarlo 21 aprile 2018
      Facebook, attivo il riconoscimento facciale: avvisi per disattivarlo Il social network sta mandando agli utenti italiani ed europei un messaggio per rendere operativa la funzione che permetterà di capire "quando potresti essere presente nelle foto, nei video e nella fotocamera per proteggerti dagli sconosciuti che usano le tue foto" Parole chiave: […]
    • Bullismo, offese e minacce a prof di Lucca: bocciatura per 3 studenti 21 aprile 2018
      Bullismo, offese e minacce a prof di Lucca: bocciatura per 3 studenti Il provvedimento è stato deciso dal consiglio d'istituto della scuola tecnica dove è avvenuto l'episodio di aggressione a un docente di italiano . Altri due ragazzi sono stati ammessi allo scrutinio ma restano sospesi fino al 19 maggio Parole chiave: bullismo lucca bocciatura pro […]
    • Pullman a fuoco sulla A10, galleria chiusa: 12 chilometri di coda 21 aprile 2018
      Pullman a fuoco sulla A10, galleria chiusa: 12 chilometri di coda Venerdì 20 aprile l'incidente a un autobus che trasportava 30 studenti marchigiani nel tunnel all'altezza di Spotorno, sabato chilometri di file per i vacanzieri diretti nel Ponente ligure Parole chiave: autostrade liguria vigili_del_fuoco incendi traffico […]
  • “Caso Di Napoli”

  • PRECAUZIONI…

  • … E UNA MIA BANALE CONSIDERAZIONE

  • Se non sei iscritto su wordpress e vuoi essere aggiornato sui nuovi post, inserisci il Tuo indirizzo email, attendi il messaggio e conferma l'iscrizione.

    Segui assieme ad altri 1.745 follower

  • RSS Le news da Altalex.com

  • Banner

    Associazione in difesa consumatori- dal 2005 in difesa degli utenti bancari e non solo

  • Iscriviti

  • Contatore visite

    • 83,929 visite oltre a 34.398 registrate sulla precedente piattaforma Splinder dal 21.03.2007 al 31 Gennaio 2012
  • Annunci
  • Traduci nella tua lingua

  • In libreria …………… per chi vuole sapere come difendersi dagli abusi bancari

  • L'usura nel contenzioso bancario, II edizione,

  • ………. per chi vuole conoscere i suoi diritti dal viaggio al soggiorno

  • Vedi gli altri argomenti

  • Cerca per parole

  • Articoli Recenti

  • Puoi seguirmi su Facebook

  • STUDIO LEGALE

  • Cerca i post per data

  • …… o su Twitter

  • Meta

Archive for the ‘rigetto provvisoria esecuzione decreto ingiuntivo’ Category

Documentazione incompleta e firme disconosciute: anche il Tribunale di Genova rigetta l’istanza della banca di provvisoria esecutorietà a decreto ingiuntivo

Posted by Roberto Di Napoli su 4 febbraio 2017

La riproduzione anche parziale del contenuto del blog è riservata. E’ consentita la riproduzione solo citando la fonte o il link del blog o del singolo post

E’, ormai, un principio consolidatosi nella giurisprudenza relativa ai rapporti banche-utenti, quello secondo cui nei giudizi di opposizione avverso decreto ingiuntivo ottenuto dalla banca, quest’ultima debba fornire la prova del credito ingiunto mediante l’intera documentazione contrattuale e contabile, ossia producendo tutti gli estratti conto completi sin dall’inizio del rapporto (su questo blog, altri post dedicati all’argomento; mi permetto di rinviare anche al mio “Anatocismo bancario e vizi nei contratti“, V edizione, Maggioli, 2015 e “L’usura nel contenzioso bancario“, Maggioli, 2014). Il Tribunale di Genova, con ordinanza del 9 gennaio 2017, in un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo instaurato dal correntista avverso il provvedimento monitorio notificato da una banca, ha confermato il suddetto principio. La vicenda sottoposta all’esame del giudice del tribunale ligure si caratterizza, però, anche per un ulteriore aspetto dal momento che, con l’atto introduttivo, gli opponenti hanno anche disconosciuto le firme apposte su fideiussione che, secondo la difesa della banca, sarebbero loro riconducibili.
La vicenda: La banca richiedeva ed otteneva un decreto ingiuntivo, di circa 80 mila euro, contro una società correntista e i suoi fideiussori i quali, successivamente alla notifica del provvedimento, proponevano opposizione eccependo – oltre a diversi e gravi vizi nei rapporti bancari intercorsi tra le parti- varie carenze nei documenti prodotti dalla banca in violazione dell’onere probatorio su essa incombente. Gli opponenti, difesi da me e dal collega avv. Daniele Rossi, rilevavano ed eccepivano, in particolare, che la banca: non aveva depositato gran parte degli estratti di conto corrente e di conto anticipi, i contratti di apertura dei conti anticipi e quelli di concessione di credito; il contratto di apertura del conto corrente ordinario integralmente sottoscritto dalla correntista; non aveva fornito prova di avere inviato tutte le comunicazioni con cui avrebbe dovuto preannunciare le variazioni in senso sfavorevole delle condizioni contrattuali né aveva fornito prova di giusti motivi per effettuare dette modifiche.
Gli opponenti, inoltre, disconoscevano formalmente, come sopra accennato, la fideiussione depositata dalla banca con il fascicolo monitorio e la scrittura e/o sottoscrizione apposta a loro nome su detta documentazione. Alla prima udienza, considerata l’insistenza della banca per la concessione della provvisoria esecutorietà, l’avvocato Daniele Rossi, presente in rappresentanza degli opponenti, reiterava le suddette eccezioni.
La decisione – Il Tribunale Civile di Genova, all’esito dell’udienza del 9 gennaio 2017, ha emesso ordinanza con la quale, attesa la fondatezza delle deduzioni avanzate dalla correntista e dai suoi fideiussori, ha rigettato l’istanza di concessione della provvisoria esecutorietà richiesta dalla banca opposta rilevando che “alla luce delle lacune documentali evidenziate nell’atto di opposizione nonché del disconoscimento della fideiussione, l’istanza della convenuta opposta non può essere accolta, non concede la provvisoria esecuzione del decreto opposto”.

Annunci

Posted in anatocismo, banche, Giurisprudenza, restituzione somme da capitalizz, rigetto provvisoria esecuzione decreto ingiuntivo, Uncategorized, usura | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: