IL BLOG DI ROBERTO DI NAPOLI

………. per la difesa dei diritti civili

  • Avv. Roberto Di Napoli Esercita prevalentemente in difesa di vittime di abusi bancari e dei consumatori. Patrocinante in Cassazione e altre Giurisdizioni Superiori

  • RSS News SkyTG24

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • “Caso Di Napoli”

  • PRECAUZIONI…

  • … E UNA MIA BANALE CONSIDERAZIONE

  • Se non sei iscritto su wordpress e vuoi essere aggiornato sui nuovi post, inserisci il Tuo indirizzo email, attendi il messaggio e conferma l'iscrizione.

    Segui assieme ad altri 1.749 follower

  • RSS Le news da Altalex.com

  • Banner

  • Contatore visite

    • 90.233 visite oltre a 34.398 registrate sulla precedente piattaforma Splinder dal 21.03.2007 al 31 Gennaio 2012
  • Iscriviti

  • Annunci
  • Traduci nella tua lingua

  • In libreria …………… per chi vuole sapere come difendersi dagli abusi bancari

  • ………. per chi vuole conoscere i suoi diritti dal viaggio al soggiorno

  • Vedi gli altri argomenti

  • Cerca per parole

  • Articoli Recenti

  • Puoi seguirmi su Facebook

  • STUDIO LEGALE

  • Cerca i post per data

  • …… o su Twitter

  • Meta

Archive for the ‘informazione’ Category

Apple e Samsung multate dall’Antitrust: aggiornamenti software per rendere “vecchi” i loro smartphone. Prima condanna sulla “obsolescenza programmata”

Posted by Roberto Di Napoli su 25 ottobre 2018

Credo che non siano solo i cellulari ad essere costruiti e previsti, coi software necessari, per avere una durata limitata ma anche pc, elettrodomestici, televisori, ecc. Laddove dovessero durare ed essere funzionanti pur dopo tanto tempo, ci sarà, poi, dopo un pò, qualche accessorio necessario (come coi vecchi televisori, inutilizzabili senza decoder). Sembra sia cambiata la logica dei “produttori” : prima si costruiva per fare durare i beni più a lungo possibile, ora per farli durare un tempo “programmato” nell’ottica di maggiori utili.

E’ apprezzabile il provvedimento dell’Autorità Garante per la concorrenza e il Mercato anche se temo che condanne pecuniarie o “multe” a colossi o multinazionali siano poco efficienti .

Riporto di seguito il link della notizia riportata sul sito La Repubblica.it.

Il Garante impone una sanzione di 10 milioni alla Mela per aver penalizzato alcuni modelli di iPhone. Non solo: informazioni non corrette ai consumatori su come usare le batterie al litio. Ammenda da 5 milioni per la società coreana, sotto accusa per il modello Note 4
— Leggi su www.repubblica.it/economia/2018/10/24/news/multa_antitrust_apple_samsung_obsolescenza_programmata-209826512/

Annunci

Posted in Diritto dei consumatori, informazione, Uncategorized | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Napoli, 5 novembre 2018. Seminario su: “Come cambia il contenzioso nel rapporto banca/cliente, alla luce dei recenti orientamenti giurisprudenziali. Riflessioni e commenti”

Posted by Roberto Di Napoli su 24 ottobre 2018

Lunedì 5 novembre p.v., a Napoli, nella sala Metafora del Tribunale, interverrò, quale relatore all’interessante seminario organizzato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli su “Come cambia il contenzioso nel rapporto banca/cliente, alla luce dei recenti orientamenti giurisprudenziali. Riflessioni e commenti”. 

Ringrazio il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli nonché la Commissione di diritto bancario del medesimo Ordine per avermi invitato.

Il programma è pubblicato sulla pagina di Diritto24 -Il Sole 24 Ore a cui si può accedere cliccando sul link sopra riportato oppure qui.

Il seminario è accreditato con attribuzione agli avvocati di 2 crediti formativi.

Posted in convegni, Diritto 24-Il Sole 24 Ore, Giurisprudenza, informazione, Interventi avv. Di Napoli, usura ed estorsione bancaria | Leave a Comment »

Venerdì 26 ottobre convegno a Perugia su “Le anomalie nei contratti bancari: come riconoscerle e tutelarsi”

Posted by Roberto Di Napoli su 23 ottobre 2018

Venerdì 26 ottobre, sarò relatore, a Perugia, al convegno organizzato dall’ A.D.G.I Associazione donne giuriste italia su “Le anomalie nei contratti bancari: come riconoscerle e tutelarsi”. Tema del mio intervento sarà: “Il bilanciamento tra diritto di credito e tutela dei diritti della persona. Pronunce in materia di esecutività del titolo esecutivo. Cenni su profili di danno biologico da abusi bancari e su auspicabili modifiche normative”.

Ringrazio l’associazione e la Vice Presidente Avv. Paola Anna Lacorte per avermi invitato e spero di potere fornire un utile contributo alla divulgazione delle più recenti pronunce in materia e degli strumenti di difesa da pretese indebite. Il seminario, gratuito, è accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Perugia con riconoscimento di 4 crediti formativi di cui 2 in materia deontologica nonché dall’Ordine dei Commercialisti.

locandina convegno 26 ottobre 2018

Posted in anatocismo, banche, convegni, diritti umani, estorsione, informazione, Uncategorized, usura ed estorsione bancaria | Leave a Comment »

Da Repubblica.it: Usa, Monsanto condannata a risarcire 289 milioni di dollari a malato di cancro

Posted by Roberto Di Napoli su 11 agosto 2018

Per il giudice di San Francisco l’azienda ha omesso di segnalare la pericolosità del prodotto contenente glifosato usato dal giardiniere. I legali: “Faremo ricorso”
— Leggi su www.repubblica.it/esteri/2018/08/11/news/usa_monsanto_condannata_a_risarcire_290_milioni_di_dollari_a_malato_di_cancro-203856420/

Posted in Diritto dei consumatori, informazione, pazzi, Uncategorized, vittime | Leave a Comment »

Usura e vizi nei rapporti bancari: il video di un mio breve intervento per Radio Radio

Posted by Roberto Di Napoli su 12 febbraio 2018

Pubblico di seguito il video della registrazione di un mio breve intervento radiofonico pubblicato, venerdì 9 febbraio scorso, sulla pagina facebook di Radio Radio.

(Per attivare l’audio, qualora non dovesse attivarsi automaticamente, cliccare sull’apposita icona sotto al video).

Posted in anatocismo, banche, crisi economia, Danni, informazione, Interventi avv. Di Napoli, Radio Radio, Uncategorized, usura ed estorsione bancaria | 1 Comment »

Dal sito Tgcom24 “Gestiva cause per conto di amici imprenditori, arrestato magistrato” 

Posted by Roberto Di Napoli su 11 dicembre 2017

Se i fatti dovessero risultare confermati con sentenza definitiva -visto che non può che valere nei confronti di chiunque il principio di presunzione di non colpevolezza fino a sentenza definitiva- si dovrebbe dare atto, in questo caso, dell’efficienza della Procura e degli investigatori sebbene ad essere indagato sia un magistrato. E’auspicabile che analoga attenzione sia posta sempre, ovunque, di fronte a fatti gravi : lo impone la necessaria fiducia che il cittadino deve avere nei confronti della Giustizia e la conferma che non ci devono e non ci possono essere soggetti “impunibili” o “irresponsabili”.

Pubblico di seguito la notizia e il link al sito Tgcom 24: Il giudice, in servizio a Reggio Calabria, ora è ai domiciliari. Per la Procura di Napoli riceveva varie utilità in cambio di sentenze favorevoli. Altre sei persone sono finite nell’inchiesta

Sorgente: Gestiva cause per conto di amici imprenditori, arrestato magistrato – Tgcom24

Posted in giustizia giusta, informazione, malagiustizia | Leave a Comment »

La crisi del sistema bancario. Il 10 luglio convegno a Milano presso la sede del gruppo 24 Ore.

Posted by Roberto Di Napoli su 9 luglio 2017

Lunedì 10 luglio, a Milano, presso la sede del gruppo de Il Sole 24 Ore, parteciperò con un intervento conclusivo, preceduto da relazioni di autorevoli relatori, all’interessante seminario su “La crisi del sistema bancario” organizzato da Guida al Diritto e Plus 24 Diritto. Pubblico di seguito il programma estratto dal sito del Sole 24 Ore.

locandina seminario Milano 10 luglio 17

Posted in banca ditalia, banche, convegni, informazione, milano, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Perché presumere che il precettato o pignorato è sempre debitore? Perché non si introduce l’obbligo di avvertire il debitore della possibilità di opporsi all’esecuzione?

Posted by Roberto Di Napoli su 29 aprile 2016

La riproduzione anche parziale del contenuto del blog è riservata. E’ consentita la riproduzione solo citando la fonte o il link del blog o del singolo post

Giorni fa nel consultare il sito internet di un Tribunale, sono rimasto meravigliato nel constatare la presenza di un file contenente avvertimenti al debitore esecutato al fine di evitare la vendita dell’immobile oggetto del pignoramento: tra questi, la possibilità di richiedere la conversione del pignoramento (dietro versamento del quinto e richiesta di rateizzazione). Riflettendo anche sul fatto che, con la norma introdotta dall’anno scorso nell’art. 480 c.p.c. (in particolare, con l’art. 131, lett. a), d.l. 27 giugno 2015, n. 83, conv., con modificazioni, dalla l. 6 agosto 2015, n. 132) nel precetto il creditore deve avvertire il precettato della possibilità di ricorrere alla procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento, credo che manchi una norma che imponga un avvertimento, forse, più importante e che sarebbe conforme al necessario rispetto del diritto di proprietà e di altri diritti fondamentali della persona. Sarebbe, infatti, doverosa, a mio avviso, l’introduzione di un comma, nello stesso art. 480 c.p.c. -o, comunque, tra le norme del codice procedura civile- che imponga al creditore o alla cancelleria un’informazione fondamentale per colui che si ritiene essere il debitore: la possibilità di proporre opposizione preventiva (in seguito alla notifica del precetto) o all’esecuzione laddove il debitore ritenga che la pretesa non sia fondata o, comunque, contesta la sussistenza di un valido titolo esecutivo!!!! Perché, prima di avvertire sulle modalità e possibilità di pagamento al fine di evitare l’espropriazione, non si avverte il debitore anche della possibilità di opporsi e di richiedere la sospensione della procedura per gravi motivi ex art. 624 c.p.c. e, se non abbiente, della possibilità di ricorrere anche al patrocinio a spese dello Stato? Perché si deve presumere che il pignorato sia sempre davvero debitore? Si temono azioni temerarie? Si potrebbe aggiungere l’avvertimento che, in caso di opposizioni infondate, l’opponente può essere condannato al pagamento delle spese o, perfino, per lite temeraria. Credo, poi, che sarebbe civile e rispettoso della dignità della persona umana, della salute dell’esecutato e della sua famiglia che, tra gli accertamenti preliminari alla vendita, vi sia quello volto ad accertare l’eventuale presenza, nell’immobile pignorato, di minori o anziani e, comunque, ad assicurare un supporto psicologico impedendosi qualsiasi rilascio di abitazione se non dopo avere salvaguardato o quanto meno ridotto i rischi di pregiudizi di carattere psicofisico ai soggetti più deboli. Il diritto di credito non può prevalere sul diritto alla vita e alla salute!!!!

Posted in aiuti alle banche, anatocismo, appelli, banche, diritti umani, giustizia giusta, informazione, petizioni, raccolta firme, Uncategorized | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: